“Tutto l’universo cospira affinché chi lo desidera con tutto sé stesso possa riuscire a realizzare i propri sogni (Paulo Coelho)

 

Premio “Go Green Red Blue”

_____

Nella seconda edizione del “Go Green Red Blue”, si è ritenuto opportuno trasmettere ai giovani quello in cui noi crediamo fermamente: i sogni si possono realizzare, se si ha il coraggio di passare dalle parole ad azioni concrete e tangibili. Per cui abbiamo individuato un partener, con il quale costruire un’opportunità per i giovani, in cui si offriva loro la possibilità di trasformare un’idea in un fatto.

L’occasione si è presentata con l’incontro con gli uffici tecnici dell’Università di Teramo, che avevano in programma di arredare la piccola rotatoria di ingresso del Campus Universitario “Aurelio Saliceti”, con una riproduzione del “logo istituzionale” dell’Università. Abbiamo proposto loro, di indire un concorso di idee per arredare la piccola rotatoria, rivolto agli studenti degli Istituti Superiori della Provincia di Teramo, in cui i giovani, con il supporto di tutor, dovevano cimentarsi in una progettazione esecutiva applicando quanto appreso sui temi dell’economia circolare.

Dopo l’appoggio e l’apprezzamento della nostra iniziativa da parte del rettore prof. Luciano D’Amico prima e del rettore prof. Dino Mastrocola dopo, sono state immediatamente organizzate alcune riunioni operative, per arrivare a definire i contenuti del bando di concorso, in cui si proponeva ai giovani la progettazione esecutiva dell’arredamento della piccola rotatoria, mettendo in pratica quanto appreso sui temi dell’economia circolare.

Il concorso è stato aperto a tutti gli studenti degli Istituti Superiori della Provincia di Teramo.

Presso tutti gli Istituti, che hanno espresso la volontà di partecipare al concorso, è stata organizzata una giornata di formazione sui temi dell’economia circolare insieme al GSE (Gestore Servizi Energetici) e all’Università degli Studi di Teramo.

Il bando prevedeva che al primo classificato si riconosceva come premio l’iscrizione gratuita per il primo anno all’Università di Teramo per un numero massimo di n.25 studenti del gruppo. Per l’iscrizione alle facoltà a numero chiuso il premio era subordinato al superamento del test di ammissione.

Bando

Bacheca

Abbiamo consigliato agli studenti, che partecipavano al concorso, di utilizzare le materie prime seconde, cioè materie che provengono dagli impianti di recupero rifiuti. Per sapere quali sono, abbiamo allestito, presso l’Università degli Studi di Teramo, una bacheca nella quale abbiamo esposto le materie prime seconde, distinte in 4 gruppi:

  • plastiche riciclate: macinato in polietilene PET (colorato, incolore e nero), macinato di polietilene PP, macinato polietilene HD e CDR (combustibile da rifiuto);
  • componenti di PC e portatili: schede madri, casse, ventole, cavi, ram memoria, floppy CD, hard disk, batteria PC portatile, processore da 20, ecc.;
  • materiali misti: ferro, rame e legno;
  • inerti di varia pezzatura.

Le aziende, che hanno fornito i materiali, sono tutti impianti di recupero rifiuti, che ottengono materie prime seconde dal loro processo di recupero.

Sopralluogo

La partecipazione al bando presupponeva l’effettuazione di un sopralluogo obbligatorio presso il luogo di esecuzione dell’opera (rotonda stradale di ingresso del campus Universitario) a cui poteva partecipare indifferentemente l’intero gruppo partecipante, un suo capogruppo o un tutor.

Per i ragazzi è stato molto interessante fare un vero e proprio sopralluogo per comprendere come procedere all’acquisizione di tutte le informazioni utili per redigere un progetto esecutivo.

Sopralluogo - rotatoria - Istituto I.I.T "V. Cerulli" giulianova

Sopralluogo, presso la rotatoria posta all'ingresso all'Università Degli Studi di Teramo, effettuato dagli studenti dell'Istituto d'istruzione Superiore I.I.T "V. Cerulli" di Giulianova.

Pubblicato da Gogreenredblue su Domenica 10 febbraio 2019

Incontri nelle scuole

Altro tassello importante del premio “Go Green Red Blue” sono stati gli incontri con gli Istituti Superiori che hanno espresso la volontà di partecipare al concorso. Gli incontri hanno avuto come relatori, professionisti altamente qualificati del GSE (Gestore dei Servizi Energetici) e dell’Università degli Studi di Teramo.

I temi affrontati negli incontri sono stati: il ruolo del GSE, le energie rinnovabili, Agenda 2030, l’economia circolare e le nuove professioni legate ai temi dello sviluppo sostenibile. Argomenti fondamentali per comprendere come procedere alla progettazione.

Sono stati organizzati diversi incontri, con il coinvolgimento di circa 1.000 giovani.

Facebook

Altro tassello importante del premio “Go Green Red Blue” è stata la pagina FACEBOOK, gestita dai ragazzi dell’Università degli Studi di Teramo: Silvia e Samuel, ai quali va il nostro grande ringraziamento per il prezioso lavoro.

La pagina FACEBOOK ha spiegato in pillole l’intero bando, ha dato preziosi consigli ed ha cercato di raccogliere l’esperienza di tutti coloro che hanno partecipato.

 

Partecipanti

Con immensa gioia, da parte di tutti noi che ci siamo spesi per la buona riuscita del concorso, abbiamo ricevuto n.5 proposte progettuali, elaborate da n.5 Istituti:

  • Istituto Tecnico “Alessandrini – Marino” di Teramo;
  • Istituto Comprensivo “Di Poppa-Rozzi” di Teramo;
  • Istituto Comprensivo “Crocetti-Cerulli” di Giulianova;
  • Liceo artistico “Montauti” di Teramo;
  • Liceo scientifico “M. Curie” di Giulianova.

Nelle progettazioni, oggetto del concorso, sono stati coinvolti circa 50 studenti.

La commissione di altro profilo, nominata dall’Università degli Studi di Teramo, era composta da architetti e professionisti, che lavorano da anni sui temi dell’economia circolare.

Nella cerimonia di premiazione, che si è svolta il 18 maggio, presso l’Università degli Studi di Teramo, è stato proclamato il vincitore: l’Istituto Tecnico “Alessandrini-Marino” di Teramo.

Nella cerimonia è stato sottolineato l’altro livello professionale delle proposte progettuali, tanto che ha indotto il rettore prof. Dino Mastrocola ad estendere il premio a tutti i partecipanti al concorso “Go Green Red Blue”.

Gestore Servizi Energetici

I vincitori del concorso sono stati invitati dal GSE (Gestore Servizi Energetici) a due incontri presso la loro sede per illustrare il loro elaborato tecnico.

Sono stati momenti molto importanti, che hanno permesso ai ragazzi di incontrare altri giovani ai quali poter raccontare la loro esperienza.

Oggi i vincitori del concorso "Go Green Red Blue" a Roma presso il GSE

Pubblicato da Gogreenredblue su Mercoledì 5 giugno 2019

In attesa di inaugurare l’allestimento della rotatoria

In attesa di inaugurare l’arredamento della rotatoria, con la realizzazione dell’opera progettata, è già stato posizionato lo scheletro, le cui facce sono ancora in fase di completamento.

È da sottolineare che, il COVID-19, purtroppo, sta rallentando la realizzazione dell’opera.